Grande soddisfazione è stata espressa dal Presidente dell’Ordine degli Ingegneri, ing. Elio Masciovecchio, per la nomina nel Direttivo del Comitato Nazionale degli Ingegneri dell’Informazione del Consigliere ing. Sante Achille.

L’elezione è frutto di un lungo lavoro che abbiamo portato avanti insieme ai Presidenti degli Ordini a noi più vicini con l’obiettivo – continua il Presidente Masciovecchio – di sviluppare la figura dell’ingegnere dell’informazione e di valorizzare le competenze dei nostri professionisti a livello nazionale”.

L’ingegner Achille, Consigliere dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia dell’Aquila, ha lavorato presso l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) ed è tornato a L’Aquila dove si occupa di tecnologia web, specializzandosi nell’ottimizzazione dell’architettura, della visibilità e della redditività della presenza web.

Le elezioni si sono svolte a Roma il 27 marzo, in occasione del convegno nazionale del Comitato Italiano Ingegneria dell’Informazione (CIII) “Open Government e Agenda Digitale: strumenti per l’anticorruzione e la trasparenza”.

Si tratta di un’organizzazione, nel quale convergono i Consiglieri provinciali dell’Ordine degli Ingegneri appartenenti al cosiddetto “Terzo settore”, impegnato nella promozione di un corretto approccio ed uso delle tecnologie informatiche, che devono necessariamente prevedere una fase di progettazione e una di certificazione del lavoro svolto, oltre ad un corretto approccio durante l’aggiudicazione degli appalti. Errori e omissioni, contro i quali il CIII lotta dalla sua creazione e alle quali il nuovo comitato direttivo sarà chiamato a dare nuovo impulso.

Oltre all’ingegnere Achille che ricoprirà il ruolo di Responsabile della Comunicazione, sono stati eletti l’ing. Cosimo Mazzotta dell’Ordine di Lecce, l’ing. Massimiliano Margarone di Savona e l’ing. Mario Ascari, dell’Ordine di Modena, che è stato eletto Presidente del Direttivo.

Al nuovo eletto, va il plauso e l’incoraggiamento dell’intero Consiglio Provinciale dell’Ordine degli Ingegneri dell’Aquila.

comunicato-stamapa-31_03_15