Nel tardo pomeriggio di mercoledì 04 marzo 2020 è stato pubblicato il D.P.C.M. che regolamenta le attività pubbliche a seguito dell’emergenza sanitaria che coinvolge il nostro paese.

Le attività dell’Ordine, non espressamente vietate dal decreto, continueranno ad essere svolte nel rispetto delle misure igienico sanitarie previste nell’allegato 1 al D.P.C.M. stesso e di seguito riportate:

  1. a) lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
  2. b) evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute e comunque evitare abbracci, strette di mano e contatti fisici diretti con ogni persona;
  3. c) igiene respiratoria (starnutire o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
  4. d) mantenere in ogni contatto sociale una distanza interpersonale di almeno un metro;
  5. e) evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, anche durante l’attività sportiva;
  6. f) non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
  7. g) coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
  8. h) non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
  9. i) pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
  10. l) usare la mascherina solo se si sospetta di essere malato o si assiste persone malate.

Ove si dovesse riscontrare l’impossibilità di non rispettare le precedenti misure, ed in particolare quella di cui alla lettera d), le attività interessate saranno immediatamente sospese.

Le presenti disposizione saranno applicate fino al 03 aprile 2020, fatte salve diverse disposizioni normative nel merito.

DPCM del 04.03.2020