SISMA 2009-2016

SISMA 2009-2016

Si comunica che 31 maggio 2018 alle ore 15.30 presso la Camera di Commercio di Teramo si terra il seminario dal titolo RIQUALIFICAZIONE DEL TERRITORIO E DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE – PREVENZIONE ANTISISMICA – ECOBONUS SISMABONUS 2018

non sono riconosciuti CFP per la partecipazione all’evento

La Regione Abruzzo – Sevizio  Genio Civile di L’Aquila -DPC018 comunica a rettifica della precedente nota del 30 aprile 2018 quanto segue:

tutti i Progetti, siano Nuovi o di Variante (anche di pratiche originariamente cartacee), è mantenuto l’obbligo dell’utilizzo della piattaforma MUDE-RA come unico mezzo di trasmissione e che tale obbligo si intende anche per tutti gli adempimenti successivi e le comunicazioni che dovranno essere trasmesse (Integrazioni, Inizio lavori, RSU, Collaudi);

per le Integrazioni relative a pratiche il cui iter amministrativo era stato precedentemente avviato in formato cartaceo le relative trasmissioni devono essere effettuate in formato cartaceo, nelle more di adeguare il sistema MUDE-RA, fissando il termine ultimo al 31 Luglio 2018;

per le Relazioni a Strutture Ultimate, Collaudi, Dichiarazioni di Conformità e Certificati di Regolare Esecuzione il cui iter amministrativo era stato precedentemente avviato in formato cartaceo e per i Certificati di Idoneità Sismica (condoni), nelle more di adeguare il sistema MUDE-RA, le relative trasmissioni devono essere effettuate a mezzo PEC al seguente indirizzo: dpc018@pec.regione.abruzzo.it

nota completa REGIONE ABRUZZO – SERVIZIO GENIO CIVILE L’AQUILA DPC018: Termine per la presentazione delle pratiche in formato cartaceo Uffici Sismica del Servizio Genio Civile di L’Aquila: Rettifica Avviso del 30 Aprile 2018

 

nota Regione Abruzzo – Servizio genio Civile L’Aquila DPC018 del 30 Aprile 2018

In 07 maggio 2018 è stata pubblicata la revisione 1 della Circolare n° 3/2016 “Modalità di liquidazione degli Stati di Avanzamento dei Lavori per gli interventi di ricostruzione privata nei “centri storici” dei Comuni del cratere (Art. 13 Decreto USRC n. 1/2014)”.

La revisione riguarda esclusivamente i contenuti dell’Allegato A alla citata Circolare e alla check list, ovvero l’elenco della documentazione obbligatoria da allegare alla richiesta di liquidazione dei SAL. Nello specifico, le modifiche principali consistono nella introduzione della modulistica relativa all’anticipazione del 20% dell’importo lavori (Mod. B21) e in caso di esecuzione di migliorie o altri interventi difformi (Mod. B22). Sono stati inseriti il Doc. A08bis relativo all’attestazione di avvenuta trasmissione dei contratti e degli affidamenti di incarico all’USRC e il Doc. C06bis relativo alla variazione dei parametri relativi alla valutazione della sicurezza occorsi a seguito di varianti strutturali. Inoltre viene consentita la presentazione della Segnalazione Certificata di Agibilità (Doc. C14) in alternativa alla certificazione della conformità degli impianti (Doc. C12). A ciò si aggiungono modifiche ai Documenti A07, A08, A12, A13, A17, A18, B06, B10, B17 B19 e B20. Infine, sono state pubblicate le revisioni dei Modelli di richiesta SAL (spese tecniche, parziale, finale) da presentare agli UTR.
La documentazione aggiornata è disponibile, in formato pdf con il suffisso ”_rev1”, sul sito USRC alla pagina http://mic.usrc.it. Tutte le modifiche apportate sono contenute in appendice all’Allegato A “Correzioni e aggiornamenti”.

di seguito i link per scaricare la documentazione in rev.

All. A – Elenco documentazione (Rev. 1) 

http://mic.usrc.it/Documenti/ALLEGATO%20A%20-%20Circ.%20USRC%203%20del%202014_Rev1.pdf

 

All. B – Modelli (Rev. 1)

http://mic.usrc.it/Documenti/ALLEGATO%20B%20-%20Modelli_rev1.zip

 

Check list (Rev. 2)

http://mic.usrc.it/Documenti/00_Check_List_SAL_Rev2.pdf

si pubblica la Circolare USRC n. 6 del 07/05/2018 che chiarisce, per le unità immobiliari caratterizzate da un generale stato di degrado di finiture, impianti e/o strutture, i criteri per la ascrivibilità alla categoria dei collabenti di cui al par. 2.5.7 dell’Allegato Tecnico del Decreto 1/USRC. La medesima Circolare chiarisce anche i requisiti per i quali le superfici delle medesime unità possano essere considerate utili ai fini della determinazione del contributo parametrico.

circolare USRC n.6 del 07.05.2018 – CHIARIMENTI IN MATERIA DI COLLABENTI

Prorogato al 31 luglio 2018 il termine per la presentazione dei progetti di riparazione degli edifici inagibili con danno lieve (classificazione schede AeDES B). Lo stabilisce l’ordinanza 55 del Commissario per la ricostruzione post sisma 2016, Paola De Micheli, registrata oggi dalla Corte dei Conti e pubblicata sul sito della struttura commissariale.
Il provvedimento si è reso necessario per agevolare il lavoro dei tecnici e andare incontro alle comunità del centro Italia colpite dagli eventi sismici del 2016/2017, alla luce dell’elevato numero di pratiche non ancora presentate agli Usr regionali.
La misura è prevista dal Dl 189/2016 che consente al Commissario di posticipare per una sola volta di 3 mesi la data di presentazione dei progetti (inizialmente fissata al 30 aprile 2018).

Ordinanza n. 55 delocalizzazioni con modifiche approvate ed AEDES con allegato 24.04.2018